149 – La scrittura virtuale e altro

Io all’inizio non mi sono posto tanti problemi:
uscire dal cammino solitario che mi è stato sempre caro
e raccontare anche agli altri lo spirito che mi muoveva,
questo fu all’inizio l’impulso vero e profondo.
Credo che si capisse facilmente che mi muoveva una componente di liberatorio narcisismo
unita ad una più che concreta coscienza(?!) certezza(?!), speranza(?!)
d’aver qualcosa da dire.
Scrivere è dipanare, dirsi, capirsi, toccare l’essenza
e gioire di una verità luminosa e istantanea.
Lo penso ancora, il vero problema è trasmettere la luce, non svilirla,
non addomesticarla tanto da cambiarne il vero profumo
e per ottenere tutto questo bisogna avere il coraggio di restare soli.
Sono i commenti, il loro spirito, le altre vite e i loro inevitabili compromessi, sono gli altri bloggers
la vita e la morte assieme di ciò che scriviamo.

Annunci

Chi vuol dire la sua....

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...